sabato 22 agosto 2015

Scream

(1996, Wes Craven)

Situazione:
io e Moroso vogliamo guardare un film.
Io ci metto sempre ORE a decidere, ma stavolta un miracolo ha compiuto la sua azione e mi ha fatto scegliere in tempo record Scream, che imperdonabilmente ancora non avevo visto.
(Non sono un despota che sceglie sempre i film da vedere, sia chiaro, ma per colpa sua mi ero sorbita Guida galattica per autostoppisti, era il mio turno.)

Background:
io sono una rompicoglioni snobbetta di sto cazzo.
Scusate il francese.
Io esulto in sala quando vedo il trailer di Diaz, io protesto anche contro chi protesta, voglio fare la raffinata cinefila con gusti altolocati (che poi uno dei film della mia vita sia Dirty Dancing non conta ai fini del giudizio), rifiuto con decisi scuotimenti di capo i patinati filmettini mainstream al grido sussurrato di 'ma che ne sanno questi di come è fatto un bel film', e similia.
Questo potrebbe, ma non ne sono certa, giustificare il fatto che il bagnino della piscina in cui lavoro mi chiami, in modo molto originale e ricercato 'no ogm'.
Devo essere adorabile.








Moroso è uno di quelli che va al cinema a vedere Transformers (MAI sarà perdonato per siffatto affronto) però Jurassic World no perché non vuole finanziare queste becere azioni commerciali (ma a casa se lo guarda perché la coerenza sempre), ama la fantascienza in ogni sua forma, dei cinecomics non parliamone neanche, ma solo Marvel perché la DC cacca brutta.
Poi in realtà ha visto molti più cult fondamentali della sottoscritta, e soprattutto si ricorda sempre il nome di Al Pacino non come me che ogni volta è 'AAAAAAAAAahhhh, come cavolo si chiaaaamaaaaaaaa'.
Però gli è piaciuto Io sono leggenda, è una cosa di cui tenere conto.

Il film:
Scream è uno smoothie pieno di tutti i film horror girati prima del 1996. Non manca nessuno all'appello, dai più popolari e noti anche ai non amanti del genere, a più ricercate citazioni di rape and revenge che non sono proprio un prodotto fruibilissimo per ogni persona. Questo ha portato Moroso a lanciarmi sguardi complici ogni 5 minuti, del tipo: 'Ah, Michael Myers, eh, quello lì, l'amico tuo!' In realtà ci sono talmente tante strizzate d'occhio, ma talmente tante, che io nemmeno le avevo colte tutte. Fatevi un giro su Exxagon.
Quando butti millemila ingredienti nel robot da cucina hai due possibiltà: o ti esce uno schifo con i grumi che devi buttare tutto via e dimenticare il fallimento, o viene cremoso, buono, dolce.
La differenza sta nelle capacità, e nella furbizia.
Se usi ingredienti a caso è ovvio che ti viene uno schifo, se ti viene bene è tutta questione di culo. Devi avere la mano allenata, essere un po' tagliato con la materia, ed essere furbo.
E Craven è stato di una furbizia da Nobel, riuscendo a tirare su una pellicola in grado di colpire entrambi i casi umani spiegati sopra, con tutte le loro differenze.
Ha affascinato l'amante dell'horror, con i suoi occhi abituati al sangue e alle pugnalate, tanto quanto ha colpito il nerd, che, parole sue, l'ha trovato un film da non sottovalutare.
Scelta terminologica che trovo particolarmente adeguata, perchè Scream, con quella sua patinatura e i faccini belli, potrebbe essere facilmente scambiato per un filmettino di quelli che tutti perculano.
E INVECE NO.


Niente è casuale, ogni singola battuta, inquadratura, sguardo sono ben studiati per rimandare ad altro. Si prende un filone cinematografico intero e lo si shakera per dargli nuova consistenza.
E a chi lo fai fare il killer?
Ad un goffo imbranato, non uno dei 'soliti' folli o inumani, qua abbiamo uno smilzo che inciampa, scivola, cade se gli fai lo sgambetto e viene preso a botte per due ore. Nessuno muore senza combattere, questo povero Ghostface ne ha prese di tutti i colori.
Ed è stato anche divertente, esattamente nella dimensione in cui Craven voleva fosse, senza togliere niente al fattore paura che, incredibilmente, Scream fa.
Altra osservazione di Moroso che condivido completamente.
Come condivido il suo pensiero quando elogia i primi minuti di film.
Ma chi non li elogia, quelli sono la prova provata della qualità del lavoro che stiamo per vedere. 
Un esemplare momento di Cinema, uno di quegli inizi che vorrei sempre.
Uno di quei FILM che vorrei sempre.


 Ah, forse avrei dovuto raccontarvi la trama.
O forse no.

10 commenti:

  1. Scream è quel film che ha portato avanti (per tutta la saga) una vera e propria analisi metacinematografica dello slasher movie. E' un teen movie perché analizza il fenomeno. Ha un killer che rappresenta l'idea di killer tra pregi e difetti. Peccato che sia divenuto epigono di chi non c'ha capito un cazzo confermando la stessa critica che Craven porta avanti e che raggiunge il suo culmine, secondo me, ne secondo e nell'ultimo capitolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggendo questo commento, che per me è molto interessante, una persona che non ha mai visto Scream potrebbe pensare che sia un film pesante, tipo un polpettone polacco con i subs. Invece è un film che è esattamente tutto quello che hai dettos enza mai perdere di vista l'intrattenimento puro e semplice che regala, il che per me ha dell'incredibile.

      Elimina
  2. Ce l'ho sempre lì in testa e so bene che dovrei guardarlo perché le robe di metacinema mi fanno impazzire... ma rimando ogni volta. Finalmente con il tuo post me lo sono segnato ufficialmente sul libricino, è un inizio xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io con certi cult non so perché ma rimando sempre la visione. E sì, anche io ho un bellissimo quaderno di Tiger dove segno i film da vedere!:)

      Elimina
  3. A me il primo Sceam è piaciuto, ogni tanto ci vuole un film che ragiona sul suo genere di appartenenza, inoltre il colpo di scena (non imprevedibile) funziona, e l'inizio con Drew Barrymore è micidiale. Avrebbero potuto fermarsi al primo film ma, succede spesso con gli horror, non restano figli unici (purtroppo) anche questa a suo modo è una regola ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inizione, primi minuti da sogno (o da incubo se non ti piacciono gli horror). I seguiti ancora mi mancano, devo decidere se addentrarmici o meno!

      Elimina
  4. Film di cui si p discusso fino allo sfinimento, però me lo rivedo sempre con piacere. E comunque mi sa che sono peggio del tuo moroso, perché non solo sono andato al cinema a vedermi Transformers, ma ho un amore viscerale per i film di Snyder <3

    PS: sei adorabilerrima XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il blog si é rifiutato di pubblicare il commento in cui simpaticamente ti domandavo in quale parte del tuo cuore si colloca snyder; se di fianco a kubrick o sotto a kurosawa! e come le due cose convivano serenamente senza conflitto d interessi!

      Elimina
  5. Guida galattica per autostoppisti!! :) ti sei vendicata bene èh?! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giuro che É stata una visione assurda; devo ancora capire del tutto bene cosa mi ha fatto vedere!

      Elimina

Facebook

Disclaimer

La cameretta non rappresenta testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza nessuna periodicità. La padrona di casa non è responsabile di quanto pubblicato dai lettori nei commenti ma si impegna a cancellare tutti i commenti che verranno ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine di terzi. (spam e commenti di natura razzista o omofoba) Tutte le immagini presenti nel blog provengono dal Web, sono quindi considerate pubblico dominio, ma se una o più delle immagini fossero legate a diritti d'autore, contattatemi e provvederò a rimuoverle, anche se sono molto carine.

Twitter

Google+